Zeal & Ardor > Wake of a Nation

Uscito verso la fine del 2020, il nuovo EP degli Zeal & Ardor può essere considerato un vero e proprio scatto fotografico sull’infausto anno appena passato, non tanto per la questione pandemica ma per l’agghiacciante morte di George Floyd per mano delle autoritĂ . I sette brani che compongono l’opera sono una presa di posizione da…

Eurynome > Obsequies

“Un album coraggioso”… e subito scatta il riflesso pavloviano/condizionato, “ok, abbiamo capito, siamo alla classica promozione piĂą o meno stiracchiata, probabilmente senza infamia ma altrettanto probabilmente senza grandissima lode”. E’ questo, parlando o scrivendo di musica, il rischio che si corre quando, per descrivere un lavoro, si sceglie di utilizzare un aggettivo che effettivamente consente…

Sens Dep > Lush Desolation

I Sens Dep sono un duo oscuro e sperimentale nato in Australia nel 2009 dalle ceneri dei Laura, band post-rock. I due visionari ed eclettici Andrew e Ben Yardley, rispettivamente chitarra e basso, in questo progetto parallelo si cimentano nella distorsione rudimentale e il noise piĂą assoluto principalmente lavorando sui rumori particolari, con sonoritĂ  cupe…

Celestial Teapot > Perception

Grande ritorno sulle scene per gli indiani Celestial Teapot, progetto molto interessante che con questo nuovo EP Perception parte per un viaggio spaziale racchiuso in un vortice di aurore boreali e grandi emozioni. Il sound prettamente progressive metal, con tinte psichedeliche, rende godibile il lavoro breve ma intenso. Nella traccia di apertura “Misophonia” andiamo alla ricerca…

Universe In My Yard > Holographic Sight

Ci eravamo lasciati nel 2016 con EP piuttosto interessante, ed ora dopo anni di duro lavoro e rafforzamento della line-up gli Universe In My Yard debuttano con il loro primo full length album intitolato Holographic Sight, forti di un robusto songwriting ed una perizia tecnica degna di nota. I bolognesi propongono un djent piuttosto elaborato…

iiah > Terra

Gli iiah sono attivi da circa sette anni e sembrano la classica band che alla quantitĂ  preferisce la qualitĂ : questo Terra è solamente il secondo disco effettivo nella carriera del combo e piĂą o meno ricalca quanto fatto sul precedente Distances, salvo mostrare qualche segno di indecisione o forse mancanza di idee incisive. Musicalmente si…

Liverache Corporation > Discomfort

I Liverache Corporation sono un nuovissimo progetto proveniente dalla Puglia. Nuovo il progetto, che è nato sul finire del 2018, non certo la line-up, che si fa da tempo le ossa in diverse realtĂ  musicali alternative. Discomfort è il loro album d’esordio, uscito autoprodotto a metĂ  maggio. Ad accoglierci troviamo un album vario nella scrittura,…

Jute Gyte > Respice Finem

Ci sono limiti in musica? Praticamente no, ma formalmente il loro limite è senza fine, e di esempi si riempirebbero pagine e pagine di elenchi. La sperimentazione è vero, non sempre coglie nel segno, alle volte osa troppo, altre volte è in anticipo sui tempi, altre ancora non è nemmeno tale. Ad essere onesti, si…

Nulla+ / Othismos > Split

Se seguite Grind on The Road avrete sicuramente giĂ  sentito parlare di Nulla+ ed Othismos. I primi, perugini, ritornano dopo un bello split con i pugliesi Nomura, che nel frattempo si sono sciolti; i secondi, toscani di Montepulciano, sono reduci da un full length, Separazione, uscito a dicembre 2018. Lo split tra le due band, autoprodotto…

What We Lost > Pretend to Sleep

Formatisi nel 2015, aventi all’attivo giusto un EP e un paio di singoli, il quintetto italiano dei What We Lost ritorna a febbraio con un nuovo EP di tre tracce, autoprodotto e intitolato Pretend to Sleep. Il loro emo è di quelli piĂą aggiornati col presente, non la robetta che anni fa raggiunse il mainstream,…

Confine > RRR

Provenienti dal medesimo brodo di coltura dei vari Hobos, Zeit e – qualche km piĂą in lĂ  – Storm{o}, i Confine sono un quartetto veneziano attivo ormai da circa cinque anni. Se avete un’idea dell’ambiente da cui provengono i ragazzi veneti – roba da centri sociali, zecche buoniste e Venezia Hardcore – avete giĂ  un’idea…