Drug Church > Hit Your Head

Basta ascoltare il riff del brano di apertura “Banco Popular” per capire l’intenzione dei Drug Church, ovvero quello di riportarci prepotentemente negli anni Novanta sfruttando un effetto nostalgia che pervade l’album nella sua interezza. Se avete vissuto gli anni del grunge e della nascita dell’alternative rock Hit Your Head rientra nella vostra comfort zone. In…

Ævangelist > Enthrall To The Void Of Bliss

  (Debemur Morti Productions (France), I, Voidhanger Records (Italy), 20 Buck Spin (USA), Aurora Australis Records (Australia), Blood Harvest Records (Sweden), Hell’s Headbangers (USA)) 1. Arcanæ Manifesta 2. Cloister of the Temple of Death 3. Gatekeeper’s Scroll 4. Alchemy 5. Levitating Stones 6. Emanation 7. Meditation of Transcendental Evil  Formatisi nel 2010, gli Ævangelist si…

Tempest > Tempest

(Autoproduzione, 2015) 1. Intro 2. A Grand Design 3. Shroud 4. Sunless Year 5. Atonement 6. Wounding Pattern 7. Deprivation 8. The Night Remains La glaciale e nera scuola del punk hardcore canadese non si smentisce nemmeno questa volta; con questo omonimo i Tempest, già attivi dal 2008, continuano inesorabili a dispensare tenebre sotto forma…

Sunn O))) > Kannon

Qualcuno non conosce i Sunn O)))? Probabilmente il 98% delle persone che legge GOTR sa chi sono, cosa fanno e cosa faranno, anche se questa volta qualcosa è cambiato. Andiamo però per ordine: Un ragazzo di nome Dylan Carlson a quindici anni decise di diventare un musicista e a ventidue anni fondò gli Earth; dopo…

Animation > Machine Language

 (Rarenoise Records, 2015) 1. A Child’s Dream 2. Machine Language 3. Eternality 4. Consistent Imperfection 5. Soul Of A Machine 6. Genesis Code 7. Evolved Virtual Entity 8. DisappearAnnihilation 9. The Evolution Of Machine Culture 10. Dark Matter 11. TechnoMelancolia 12. A Machine’s Dream  Tema sempre affascinante da trattare, il rapporto uomo-macchina è stato alla…

Cherubs > 2 Ynfynyty

Il 2015 è stato un anno prolifico e solo ora che siamo ormai al termine di esso troviamo lo spazio per 2 Ynfynyty, album dei Cherubs uscito ormai da mesi e che indubbiamente sarebbe stato un peccato non veder pubblicato all’interno della nostra webzine. L’opera in questione ha una duplice importanza: segna il ritorno della band di Austin…