The Sun and The Mirror + Pseudodoxia > The Eerie and Radiant Doorless Rooms Of Pain

Sotto le insegne incandescenti della genovese Brucia Records avviene un incontro tra due realtà estremamente interessanti all’interno del panorama underground. Lo split tra gli americani The Sun and the Mirror e i nazionali Pseudodoxia propone un’idea sonora che punta alla meditazione mediante un soundscape oscuro e sinistro. Il dolore, a cui è riservato il posto…

Mai Mai Mai > Rimorso

È estremamente stimolante ritrovarsi a recensire il lavoro di un artista con cui si sente di avere molto in comune. Mai Mai Mai, al secolo Toni Cutrone, è il perfetto connubio tra sperimentazione estrema e attaccamento alla tradizione. Fin dall’uscita della sua “Trilogia Mediterranea” abbiamo avuto modo di comprendere quale sia la direzione della sua…

Hate & Merda > Ovunque Distruggi

È difficile per me riuscire a far capire l’importanza di questa release, perché a mio avviso di album come questo se ne sente tanto il bisogno. La storia di questo prodotto è travagliata: completato, poi distrutto e ricominciato daccapo perché la necessità comunicativa era mutata. Ed è forse questo uno dei punti di forza di…

Naresh Ràn > Gli Alberi Non Vogliono

Costantemente impegnato nella sperimentazione, a meno di un anno dall’ottimo URBEXXX-XI (2021, Dischi Devastanti Sulla Faccia) l’autore fiorentino Nàresh Ran ritorna a scolpire nuove architetture sonore attraverso un EP che ha come fulcro centrale l’idea della comunicazione tra il musicista e lo spazio che lo ospita, manipolando il suono attraverso pochi strumenti e senza l’utilizzo…

Leather Parisi > Cannibal Drones

A soli pochi mesi di distanza dall’uscita di CLOCKWISE MAYHEM (2021, Industrial Coast) la showgirl dell’harsh noise italiano ritorna sulle scene con un nuovo album, Cannibal Drones, sotto le insegne dell’americana Nailbat Tapes, etichetta gestita dal cantante degli Evaporated Sores. Il disco è stato composto durante il lockdown pandemico e fa parte di una trilogia…

lua > werner

Il progetto lua è nato durante il primo lockdown del 2020, con la volontà di creare una colonna sonora per la vita di tutti i giorni. Il sound del disco è minimale ma di forte impatto, sicuramente la vocazione per cui è stato scritto è stata fortemente rispettata. Quello che ne esce fuori è il…

Nicola Manzan > La Città Del Disordine

Dopo diversi anni passati a deliziarci le orecchie con blast beat furiosi, sample di poliziotteschi anni Settanta e distorsioni tanto infernali quanto meravigliose, Nicola Manzan mette da parte il suo alter ego nero di Bologna Violenta per pubblicare il primo album senza utilizzare un moniker. Lo fa in occasione di una bellissima iniziativa promossa dai…

Pavor Nocturnus > Bosch

Durante il corso di laurea in Storia dell’Arte lessi un bel libro che aveva come concetto fondamentale la mancanza di fonti di “paesaggi sonori” nel corso dei secoli. Delle epoche passate sappiamo tutto (o quasi) tramite le fonti pittoriche o scritte, quello di cui non siamo a conoscenza è l’ambiente sonoro che circondava gli artisti…

GOTR Vs Daily Delivered Drones

A un anno di distanza dall’apertura, parliamo con Ettore Brancè, classe 1996, musicista compositore, della sua etichetta Daily Delivered Drones, un’esperienza che ha alla base una filosofia piuttosto particolare riguardo la fruizione musicale. Ciao e benvenuto su Grind on the Road. Andiamo subito al sodo: come definiresti la tua etichetta in poche parole? Ciao a voi…

Lig.Ot > Awkward Family Photo

Una caratteristica meravigliosa della musica è sicuramente il suo essere un linguaggio altamente comunicativo e quindi comprensibile da tutti. Su questo presupposto possono nascere importanti esperienze di condivisione come l’etichetta DDD – Daily Delivered Drones, che pone appunto quest’ultima come concetto fondante del suo operato, mettendo a disposizione di tutti i lavori che produce. In…

Julinko > No Destroyer

Nuovo lavoro per Julinko, alias Giulia Parin Zecchin, che torna a registrare nella sua forma solistica a un anno di distanza da Nèktar (2019, Toten Schwan Records, Stoned to Death Records), che la vedeva affiancata da due elementi esterni al progetto. No Destroyer è stato registrato durante la primavera del 2020 e porta con sé…