White Ward > Debemur Morti

Alle volte anche gli esseri umani più geniali e virtuosi devono rendere grazie a qualcuno, riconoscendo il fatto che senza il supporto di altre forze, la loro genialità avrebbe avuto forme e colori differenti, o addirittura toni meno accesi. È quello che hanno deciso di fare i White Ward con la loro label, la francese…

An Autumn for Crippled Children > As The Morning Dawns We Close Our Eyes

Gli olandesi An Autumn for Crippled Children sono probabilmente una delle band più prolifiche del panorama estremo mondiale, con una media di circa un disco all’anno. Questa incredibile produttività ha creato dei dischi decisamente interessanti, dando la possibilità alla band di esprimere, forse meglio di tutti, un crocevia perfetto tra sonorità shoegaze e linee vocali…

Torba > s/t

I Torba si formano a Lecce dall’incontro musicale di personalità legate a band dal peso a dir poco imponente nella scena hardcore/metal salentina (tra i suddetti progetti ricordiamo almeno i NonToccateMiranda, i Cast Thy Eyes e i più recenti Sciagura) e portano avanti con fierezza e dedizione l’amore per la musica pesante. Dico “dedizione” perché…

Feed Them Death > Negative

Non lasciatevi ingannare dalle apparenze: sulla carta il progetto Feed Them Death si potrebbe presentare solo come una one-man band dedita ad un death metal molto particolare, ma in realtà è molto più di così. In questo progetto, partorito dalla mente di Void (ex-Bune, ex-Antropofagus), c’è la volontà di estendere i confini della musica estrema…

Sciagura > s/t

La neonata IVAR Records ci propone come prima pagina della sua biografia l’omonimo EP dei leccesi Sciagura, duo nato durante la quarantena (dalle ceneri di band del calibro di NonToccateMiranda, CastThyEyes, Lænd) e che propone un post-hardcore molto fresco e attuale. L’intento della band probabilmente è proprio quello di dare forma ai sentimenti nati proprio…

Aara > Triade I: Eos

Ascoltare un certo tipo di metal porta inevitabilmente ad avvicinarsi a storie e racconti orrorifici: partendo da pilastri heavy come Iron Maiden o King Diamond, passando per i Possessed o i Cathedral, fino ad arrivare alle nuove leve, come i Portal, i riferimenti sono infiniti. In linea generale, il metal ha sempre attinto a piene…

Empyrium > Über den Sternen

Se dovessimo stilare un’ipotetica lista di band metal che non hanno mai avuto, per un mare di motivi, la visibilità che meritavano, per quanto mi riguarda il nome degli Empyrium andrebbe sottolineato più e più volte. Nel fitto (è il caso di dirlo) sottobosco di formazioni folk/doom metal che hanno popolato il globo in questi…

Mare Cognitum > Solar Paroxysm

Se vi siete mai chiesti cosa fossero quelle macchie scure sulla superficie della luna, la risposta è una sola: sono dei mari. A dirla tutta, non sono propriamente dei mari nell’accezione classica del termine: non sono fatti di acqua ovviamente, ma sono delle enormi pianure di basalto, apparentemente create in chissà quanti milioni di anni…

Udånde > Life of a Purist

Questi primi mesi del 2021 ci stanno dando la possibilità di assaporare tantissime piccole gemme di black metal, proveniente da ogni parte del globo, probabilmente esplose dopo gli evidenti blocchi e rallentamenti che il funesto anno precedente ci ha imposto. Una di queste è sicuramente l’esordio discografico di UdÃ¥nde (in danese, esalare), one-man band slovacca…

Wolvencrown > A Shadow of What Once Was

I Wolvencrown sono un quintetto inglese tra i più promettenti in forze alla nostrana Avantgarde Records, etichetta sempre molto attenta a scovare interessanti realtà black metal (e non solo) in giro per il mondo. Con il debutto Of Bark and Ash la band di Nottingham si è guadagnata una certa attenzione, sicuramente ben meritata, per…

Ulver > Flowers of Evil

Il 2020 è stato un anno importantissimo per gli Ulver, rappresentando il traguardo dei 25 anni di evoluzione. Se da un lato lo stile dei Nostri ha saputo modificarsi negli anni saltando, con incredibile disinvoltura, da un genere all’altro allontanandosi completamente dal ruvido sound degli esordi, è anche innegabile che il pubblico metal sia rimasto…

White Ward > Origins

È ormai assodato che, al giorno d’oggi, il black metal viva un periodo di grande ispirazione e mutamento, principalmente dovuti alle mescolanze e contaminazioni con altri generi e influenze non strettamente musicali. Tra le band che si sono distinte in questo processo di “allargamento” degli orizzonti ci sono senza dubbio gli ucraini White Ward, che…