Kalpa - A Grand Misconception

Kalpa > A Grand Misconception

Uscito in digitale ad aprile di quest’anno, l’ottimo terzo album degli ateniesi Kalpa, A Grand Misconception, vede meritoriamente luce anche in un vinile, coprodotto e uscito a fine giugno. La band greca, che per impegno politico è nei fatti una band hardcore, continua il proprio percorso stilistico, arricchendolo e suggellandolo con questo gioiello. Se a…

The Cold > Certainty of Failure

Vengono grosso modo da Amburgo e Certanty of Failure è il loro primo full length, uscito per la Moment of Collapse in cd e vinile (200 black e 100 clear con black smoke). Ma i The Cold non sono dei principianti, nelle loro file militano persone dai background più disparati e che hanno suonato in…

Holding Patterns > Endless

È dalle ceneri dei Crash of Rhinos che prende le mosse questa nuova creatura made in UK, gli Holding Patterns, che sono, nei fatti, tre quinti dei Crash of Rhinos: Jim Cork, Oli Craven e Ian Draper rispettivamente chitarra, batteria e basso, mentre la voce gliela mettono tutti. Endless è il loro esordio ed esce…

Cave in > Final Trasmission

Final Trasmission dei Cave In è uno di quei dischi che ti strappa il cuore e ti rende vulnerabile, perche tramite dell’ottima musica veicola dei sentimenti, delle emozioni fortissime e una storia che non può e non deve finire nel dimenticatoio. Il coraggio e la grande capacità della band nel reagire alla prematura dipartita del…

GOTR Vs Lags

Il loro ultimo album, Soon (To Lose La Track, Fuzzy Cluster, Casu Marzu) è uscito a fine marzo e a noi è piaciuto tantissimo. In vista dell’imminente partecipazione al Venezia Hardcore, non potevamo lasciarci scappare l’occasione di fare il punto con i romani Lags. Buona lettura!  Ciao ragazzi e benvenuti su Grind on the Road.…

Lags > Soon

Erano passati ormai quattro anni da quando i romani Lags avevano pubblicato per To Lose La Track l’album d’esordio Pilot., seguito a ruota, l’anno successivo, dalla cassettina acustica Seasons. Quattro lunghi anni di gestazione, dunque, per partorire però un album destinato alla storia, e ad avere un piccolo culto tutto suo, del circuito emo /post-hardcore…

Ungraven > Language of Longing

Dalla furia creativa che ha mosso Jon Davis, frontman, chitarrista e voce dei leggendari Conan, nasce, con rinnovata irruenza, Ungraven, un progetto solista che vuole essere un omaggio collocato tra i fumi industriali della Birmingham degli anni ’90. Facendo riferimento alle sonorità ed alle ispirazioni di band che dei ritmi ossessivi e dei riff impietosi…

Sofy Major > Total Dump

Quella dei Sofy Major è una carriera in crescendo. Dopo l’ultimo, positivo, Waste, i tre francesi alzano l’asticella della loro musica con Total Dump, uscito a fine gennaio per Atypeek Music, Solar Flare, Deadlight, Antena Krzyku e la Corpse Flower. In primo piano, come sempre, la loro declinazione di noisecore, ruvido e robusto, ma con tantissimi…

Othismos > Separazione

A tre anni dal già ottimo L’odio necessario, i toscani Othismos proseguono il loro percorso musicale a base di odio e disprezzo, incattivendosi, se possibile, ancor di più. Masterizzato da Brad Boatright presso gli Audiosiege Studios di Portland, il nuovo album Separazione è, come il precedente lavoro, ancora una volta autoprodotto. Alle pelli, l’israeliano Froilich…