Messa > Feast For Water

I Messa sono una di quelle band da hype immediato. Esplosi sulla scena, soprattutto quella locale, ancor prima del disco di debutto, ha visto nel giro di pochissimo un’attenzione decisamente elevata. Il quartetto veneto, dopo un primo album (Belfry) esaltato fin troppo da critica, fan ed addetti ai lavori, si presenta nel 2018 con un…

Fu Manchu > Clone Of The Universe

Clone Of The Universe è forse uno degli album più attesi di questo primo scorcio del 2018, ed è comprensibile, vista l’influenza che i Fu Manchu hanno avuto sin dal loro debutto No One Rides For Free nell’oramai lontano 1994 che li posiziona, e possiamo dirlo senza timori, tra i gruppi faro dello stoner rock…

Greyfell > Horsepower

Dopo un primo album decisamente orientato verso lo stoner arriva, pochi anni dopo, la seconda opera del quartetto francese chiamato Greyfell, ossia Horsepower. Tale disco segna un deciso cambiamento stilistico che, pur mantenendo le basi fumose dell’esordio, guarda avanti inglobando tanti piccoli tasselli che vanno a formare un mosaico musicale più variopinto. Il basso grassissimo…

Black Gremlin Vs Gorilla Pulp

Per il primo appuntamento dell’anno con le nostre interviste doppie abbiamo invitato due delle band che più ci hanno scaldato negli ultimo scorcio dello scorso anno. Usciti ad ottobre con un full length a testa per Retro Vox Records (Heavy Lips! e The Fun Is Over), un tour europeo splittato, un’attitudine sopra le righe e, a…

Bluestones > Groupie

Al nome Bluestones risponde un eclettico trio proveniente da Reggio Calabria, attivo sin dal 2004, che sul finire del 2017 dà alle stampe Groupie, secondo full length della propria carriera. Il titolo dell’album, così come lo stesso nome della band, sulla carta potrebbe introdurre un compendio di heavy rock donnaiolo, ma in realtà siamo alle…

Les Lekin > Died With Fear

Died With Fear è il disco numero due per il trio di Salisburgo chiamato Les Lekin. Il combo, nato nel 2011, continua il proprio progetto musico/strumentale riducendo il numero di brani rispetto all’esordio ed aumentando decisamente il minutaggio delle proprie composizioni. Il sound si ricollega prettamente alla psichedelia combinata però ad altri elementi che rendono…

Turbobobcat > Pentastar Rocket Ride

Se è vero che la produzione musicale è legata al luogo geografico d’espressione, alle sue caratteristiche climatiche e ambientali oltre che, ovviamente, culturali, risulta difficile capacitarsi del fatto che la Sicilia non abbia mai ospitato una florida scena stoner. Le connotazioni atmosferiche non sono distanti dai deserti degli USA del sud (Palm Desert, giusto per…

Gorilla Pulp > Heavy Lips!

Ad appena un anno da quel Peyote Queen che aveva fatto parlare bene di loro, i Gorilla Pulp, superando ogni aspettativa, si riaffacciano a dire la loro sul revivalismo hard rock con un secondo, stupendo, full length: Heavy Lips!, uscito, come il precedente lavoro, per Retro Vox Records. Chi li conosce sa già che si…