NĂ resh Ran > Re Dei Re Minore

Chi bazzica in questa webzine molto probabilmente conoscerĂ  l’etichetta Dio Drone, piccola label underground nostrana fondata da NĂ resh Ran che ad oggi è una sorta di personaggio di culto per le sonoritĂ  piĂą particolari e sperimentali. Il buon NĂ resh ha pubblicato la sua nuova opera che si intitola Re Dei Re Minore ed uscirĂ  tramite…

Jahbulong > Eclectic Poison Tones

Come si suole dire dire: “si ritorna nel luogo del delitto” dato che ci occupiamo del nuovo lavoro dei Jahbulong, giĂ  apparsi su questa webzine in occasione dello split album con i Mongoose. Il trio veronese non aveva colpito particolarmente in quell’occasione e quindi la curiositĂ  era alta per questo nuovo disco chiamato Eclectic Poison…

Mad Dogs > We Are Ready To Testify

Il rock’n’roll pare sia vivo e vegeto e molto lo si deve ai gruppi nostrani che riescono a tenere la fiamma ardente come non mai. I marchigiani Mad Dogs sono un fulgido esempio di questa realtĂ  e lo dimostrano appieno con il terzo disco fresco fresco di stampa intitolato We Are Ready To Testify, che…

A Swarm Of The Sun > Zenith

Il duo svedese A Swarm Of The Sun è una band forse non conosciuta come meriterebbe: non a caso è stato deciso di ristampare, in occasione del decimo anniversario, l’album Zenith per la prima volta in versione vinile dato che in origine uscì solo in CD nel 2010. La recensione prenderĂ  in esame la qualitĂ …

Wobbler > Dwellers Of The Deep

Quello del progressive rock è un mondo strano, specie se si pensa agli ascoltatori, per non parlare poi dei fanatici. Tutt’ora moltissimi musicisti ed appassionati continuano a seguire e ad amare questo genere e non fanno eccezione i norvegesi Wobbler, formatasi nel 1999. Il quintetto nordico torna a far parlare di sĂ© con il quinto…

Airbag > A Day At The Beach

Il quinto album dei norvegesi Airbag segna un’importante svolta nella carriera della band. Fino al precedente album Disconnected del 2016 il gruppo agiva come quintetto, ma gli ultimi tempi hanno visto la defezione di ben due membri storici costringendo il combo nordico a comporre come trio. Fin da Identity del 2009, primo album, vi è…

Arabs In Aspic > Madness And Magic

Vi era un tempo in cui una band, inconsciamente, dava vita a qualcosa di importante. Nella doppia decade dei 60’-70’ ci furono molteplici tumulti sonori e fra questi emerse il progressive rock che aprì le porte ad infinite evoluzioni. Al giorno d’oggi innumerevoli gruppi, fra cui i norvegesi Arabs In Aspic, ripropongono il genere appena…

Mother’s Cake > Cyberfunk!

Anche il Tirolo ha la sua scena musicale e probabilmente una delle piĂą interessanti è rappresentata dal trio chiamato Mother’s Cake che ritorna sotto i riflettori con il quinto album intitolato Cyberfunk!. Chi si approccerĂ  al gruppo per la prima volta probabilmente si ritroverĂ  stordito data la complessitĂ  della proposta sonora in bilico fra follia…

Forlesen > Hierophant Violent

Ci si trova nella Bay Area ma in questo caso non parliamo di thrash metal o affini ma di qualcosa di diverso. Ultimamente anche Walter Hoeijmakers (direttore artistico del Roadburn Festival) ha adocchiato questo particolare trio chiamato Forlesen che con il disco di debutto Hierophant Violent si affaccia al panorama musicale odierno tirando in ballo…

Stigmatized > …A Wall Of Falseness

Direttamente da Cagliari, un altro gruppo nostrano arriva all’agognato debutto discografico. Il quintetto sardo si chiama Stigmatized e nasce nel 2015. Dopo una demo e diversi concerti in giro per l’Italia, piĂą qualche assestamento di formazione, la band entra in studio per dare vita al qui presente …A Wall Of Falseness, un concentrato di death/grind…

Hyle > Weapons I’ve Earned

“Girls’ Got Rhythm” urlavano gli AC/DC, ed effettivamente molte donne lo hanno dimostrato grazie alla presenza massiccia del gentil sesso nel mondo musicale, in particolare quello estremo. Nate nel 2014 (come quintetto), le bolognesi Hyle dopo diversi cambi di formazione arrivano alla pubblicazione del vero e proprio debutto chiamato Weapons I’ve Earned che segue il 7”…

The Opium Cartel > Valor

Le sorprese sono sempre dietro l’angolo. Leggendo le note promozionali di questo disco il sottoscritto si è leggermente spaventato, trovandosi di fronte a un synth pop molto easy e dal massiccio apparato melodico. Eppure la creatura chiamata The Opium Cartel (ad opera del mastermind e chitarrista norvegese Jacob Holm-Lupo, qui aiutato da parecchi ospiti), con il…

Fordomth > Is, Qui Mortem Audit

Nel giro di pochi anni l’oscuro combo di Catania chiamato Fordomth ha avuto non pochi problemi di line-up, eppure ha continuato a testa alta il suo cammino di distruzione. Dopo un primo album uscito nel 2018 (I.N.D.N.S.L.E.) ed il piĂą recente split single con i Malauriu (Twin Serpent Dawn) il sound si è in parte…

Bleeding Eyes > Golgotha

I trevigiani Bleeding Eyes da diversi anni hanno intrapreso una strada particolare, allontanandosi a piccoli passi dallo sludge degli esordi. Il presunto album spartiacque fu A Trip To The Closest Universe del 2012, che vide i cinque veneti esplorare nuovi orizzonti, facendolo in maniera ancora piĂą massiccia con il successivo Gammy. Sei anni sono passati…