La Batteria > La Batteria II

Uno dei generi in cui noi italiani eravamo veri e propri riferimenti nel mondo erano le colonne sonore dei film negli anni ’70. A queste sonorit√† si ispira La Batteria. Il combo rilascia il secondo album dopo quattro anni dall’esordio via Penny Records/Goodfellas. La Batteria II √® un album dalle molteplici sfaccettature. Complici di questa eterogeneit√† sono…

Swans > The Seer ‚Äď 2012

La reunion degli Swans assume un senso in queste quasi 2 ore di lavoro, vero sunto esaustivo di quello che la creatura poliforme di Michael Gira ha rappresentato negli ultimi 30 anni, pur non registrando grandi novit√†. I temi dell‚Äôalbum sono variegati e altisonanti, e puntano tutti verso la ricerca di un‚Äôapocalisse divina, vero specchio…

Blueneck > Epilogue ‚Äď 2012

Immaginate un film che riesca a descrivere la storia di alcuni personaggi che trovano finalmente tranquillit√† dopo gravi vicissitudini. Non si tratta di una pace splendente, ma di una quiete contaminata da un velo di instabilit√† tipica della navigazione dopo una burrasca. La luce salvifica vi arriva a sprazzi, come diffrazioni viste dal fondo dell‚Äôoceano.…

GOTR Vs Latitudes

Part Island √® tra le produzioni pi√Ļ emozionanti uscite quest’anno e non potevamo noi di Grind on the road perderci l’occasione di intervistarli. Da ascoltatore della prima ora √® stato davvero un piacere intervistare Adam Symonds, voce e tastiere del combo. Buona lettura!¬†

Radare > Der Endless Dream

Tornano i tedeschi¬†Radare¬†con il loro quarto album, un concept dal titolo Der Endless Dream, ancora una volta sotto l’ala protettrice della label¬†Golden Antenna. Der Endless Dream¬†cerca di mettere in musica i morbosi desideri adolescenziali e la confusione tipica di quel periodo della vita.¬† Fortemente debitrice in egual misura dalle colonne sonore di¬†Angelo Badalamenti¬†e¬†Bohren & Der…

Mammoth Weed Wizard Bastard  > Yn ol i annwn 

Attivi dal 2014, i gallesi Mammoth Weed Wizard Bastard trovano nel loro terzo lavoro la quadratura perfetta del loro sound. Yn ol i annwn prende le distanze dalle produzioni precedenti scrollandosi di dosso le similitudini fin troppo marcate ai nostrani Ufomammut. L‚Äôunico brano che prende a piene mani dal sound del trio di Tortona √® “The Spaceships Of…

The Pirate Ship Quintet > Emitter

Prima di parlare dell‚Äôalbum che andiamo a recensire √® doveroso fare un cappello introduttivo. Il genere¬†post-rock¬†al momento della sua formazione era diverso dalla concezione attuale: oggi le connotazioni pi√Ļ comuni sono legate al suono limpido della chitarra e a crescendo struggenti che per gli ascoltatori pi√Ļ scafati paiono spesso triti e ritriti.¬† Pi√Ļ di venti…

The Universe By Ear > S/t

Ritornano dopo due anni esatti gli svizzeri The Universe By Ear. Il loro secondo lavoro, ancora una volta senza titolo, uscir√† a marzo per la tedesca Sireena Records. Il sound della band rimane fedele all’esordio, si parla di chitarre taglienti e acide contrapposte al basso pulsante. Quello che cambia in maniera piuttosto netta √® il…

Helium Horse Fly > Hollowed

Tornano dopo sei anni gli Helium Horse Fly. Ammorbidito in parte il furore noise dei lavori precedenti, i belgi prediligono un approccio pi√Ļ intimista e noir. Hollowed risulta meno nervoso rispetto al passato: il ritmo ossessivo della traccia di apertura, “Happiness” √® debitore del sound industrial tipicamente anni ‚Äė90 che esplode in un finale con tanto di sax e…

600000 Mountains > Mister Sartorius

I catanesi¬†600000 Mountains¬†rilasciano un interessante EP completamente strumentale intitolato Mister Sartorius, che pare una vera dichiarazione di intenti. “Take Care and Survive” √® il brano pi√Ļ forsennato dei tre e ben si sposa come opener. Il trio macina riff in perenne bilico tra lo¬†stoner¬†e la¬†psichedelia. Le chitarre creano colate laviche che si scontrano con la…

Set and Setting > Tabula Rasa

Approdati in casa Pelagic Records, i Set and Setting danno alle stampe il loro quarto album Tabula Rasa che, ve lo diciamo fin da subito, √® il pi√Ļ violento del combo statunitense. Non fatevi ingannare dalle note soavi dell’introduttiva “Circling Doldrums”. Gli americani pestano forte e tirano manate in faccia nella seguente “Revisions Through…” dove…

A Swarm of the Sun > The Woods

Gli A Swarm of the Sun tornano dopo oltre tre anni di assenza dalle scene, pubblicando per la svedese Version Studio il loro quarto disco e stravolgendo in parte la loro formula. In the woods √® composto da soli tre brani della lunghezza circa di 12 minuti l’uno. “Blackout”, del tutto strumentale, mette in evidenza il primo cambiamento: il suono ora…