Ur > Grey Wanderer

Secondo lavoro per gli Ur, rilasciato a fine novembre 2017 tramite Droneburg Records. Sin dalla copertina è chiaro come il tutto sia velato da un grigio alone di nebbia e gelo: quattro monolitiche tracce che spaziano tra il drone e lo sludge. L’album parte con “Grey Wanderer” che ha un approccio vicino al drone con lunghi passaggi ambientali fatti…

Rosetta > Utopioid

Il viaggio dei Rosetta non pare fermarsi: per il loro sesto album Utopioid, ancora in bilico tra bellezza e brutalità aumentano ulteriormente la posta in gioco proponendo un disco che fa delle armonizzazioni il proprio cavallo di battaglia. Il suono della band sì è ulteriormente ammorbidito: chitarre liquide aprono con “Amnion” brano strumentale che introduce le atmosfere…

GOTR VS Cranial

I tedeschi Cranial con il loro primo album ci hanno colpito con la loro potenza primitiva e sacrale. Non ci siamo fatti sfuggire la possibilità di scambiare due parole con Bastian e Julian.   English Version below Iniziamo con il parlare del nuovo lavoro: quattro lunghe tracce che paiono collegate tra di loro. Possiamo parlare…

Shipwrecks > S/T

Gli Shipwrecks vengono dalla Germania e dopo l’interessante EP di un paio di anni fa esordiscono con il loro primo full length tramite l’etichetta Maniyax, che si occuperà della versione vinilica del disco. Provate a immaginare di essere nella soffitta della casa dei vostri genitori e di trovare impolverati album fotografici vecchi di anni. Foto…

Unfold > Banshee O Beast

In attività da oltre vent’anni gli Unfold sono una delle realtà heavy più interessanti del panorama europeo. Parliamo di gente che ha condiviso la scena con Breach e Time To Burn e che è riuscita a portare avanti il proprio percorso musicale fino ad oggi. Per questo disco il loro storico vocalist ha ceduto il…

Collapse Under The Empire > The Fallen Ones

Dopo alcuni anni di silenzio i Collapse Under The Empire rilasciano, tramite la propria etichetta Finaltune, la loro ultima fatica The Fallen Ones. Dopo il lavoro poco ispirato del 2014 possiamo dire che l’attesa è stata ampiamente ripagata. Siamo nell’ambito del post-rock più elettronico, con il quale i Nostri tessono melodie colme di tristezza. Pensato…