Radare > Der Endless Dream

Tornano i tedeschi Radare con il loro quarto album, un concept dal titolo Der Endless Dream, ancora una volta sotto l’ala protettrice della label Golden Antenna. Der Endless Dream cerca di mettere in musica i morbosi desideri adolescenziali e la confusione tipica di quel periodo della vita.  Fortemente debitrice in egual misura dalle colonne sonore di Angelo Badalamenti e Bohren & Der…

Mammoth Weed Wizard Bastard  > Yn ol i annwn 

Attivi dal 2014, i gallesi Mammoth Weed Wizard Bastard trovano nel loro terzo lavoro la quadratura perfetta del loro sound. Yn ol i annwn prende le distanze dalle produzioni precedenti scrollandosi di dosso le similitudini fin troppo marcate ai nostrani Ufomammut. L’unico brano che prende a piene mani dal sound del trio di Tortona è “The Spaceships Of…

The Pirate Ship Quintet > Emitter

Prima di parlare dell’album che andiamo a recensire è doveroso fare un cappello introduttivo. Il genere post-rock al momento della sua formazione era diverso dalla concezione attuale: oggi le connotazioni più comuni sono legate al suono limpido della chitarra e a crescendo struggenti che per gli ascoltatori più scafati paiono spesso triti e ritriti.  Più di venti…

The Universe By Ear > S/t

Ritornano dopo due anni esatti gli svizzeri The Universe By Ear. Il loro secondo lavoro, ancora una volta senza titolo, uscirà a marzo per la tedesca Sireena Records. Il sound della band rimane fedele all’esordio, si parla di chitarre taglienti e acide contrapposte al basso pulsante. Quello che cambia in maniera piuttosto netta è il…

Helium Horse Fly > Hollowed

Tornano dopo sei anni gli Helium Horse Fly. Ammorbidito in parte il furore noise dei lavori precedenti, i belgi prediligono un approccio più intimista e noir. Hollowed risulta meno nervoso rispetto al passato: il ritmo ossessivo della traccia di apertura, “Happiness” è debitore del sound industrial tipicamente anni ‘90 che esplode in un finale con tanto di sax e…

600000 Mountains > Mister Sartorius

I catanesi 600000 Mountains rilasciano un interessante EP completamente strumentale intitolato Mister Sartorius, che pare una vera dichiarazione di intenti. “Take Care and Survive” è il brano più forsennato dei tre e ben si sposa come opener. Il trio macina riff in perenne bilico tra lo stoner e la psichedelia. Le chitarre creano colate laviche che si scontrano con la…

Set and Setting > Tabula Rasa

Approdati in casa Pelagic Records, i Set and Setting danno alle stampe il loro quarto album Tabula Rasa che, ve lo diciamo fin da subito, è il più violento del combo statunitense. Non fatevi ingannare dalle note soavi dell’introduttiva “Circling Doldrums”. Gli americani pestano forte e tirano manate in faccia nella seguente “Revisions Through…” dove…

A Swarm of the Sun > The Woods

Gli A Swarm of the Sun tornano dopo oltre tre anni di assenza dalle scene, pubblicando per la svedese Version Studio il loro quarto disco e stravolgendo in parte la loro formula. In the woods è composto da soli tre brani della lunghezza circa di 12 minuti l’uno. “Blackout”, del tutto strumentale, mette in evidenza il primo cambiamento: il suono ora…

Kerretta > Exiscens

Con pochissimo preavviso, la label tedesca Golden Antenna mette alle stampe in versione digitale e vinile un album dei neozelandesi Kerretta, lontani oramai dalle scene da oltre quattro anni. A ben vedere non si tratta di brani scritti appositamente per un nuovo lavoro, bensì di una raccolta di b-side e rarità sparse in oltre un…

Hazards of Swimming Naked > Take Great Joy

Non è una novità che l’Australia sia un paese con una scena post-rock di tutto rispetto: basti pensare a We Lost The Sea, Meniscus, Sleepmakeswaves, tutte grandi band sotto l’egida di Bird’s Robe Records. Ed è proprio con questa label che gli Hazards of Swimming Naked rilasciano il loro secondo album sulla lunga distanza. Sono…

Thisquitearmy > The Body and the Earth

Thisquitearmy è da sempre il progetto solista di Eric Quach. Nell’ultimo decennio sotto questo monicker il musicista canadese ha rilasciato svariati lavori, tutti incentrati su stratificazioni ambient. Con il suo ultimo lavoro ha deciso di reclutare una sezione ritmica: un netto passo avanti per il progetto. Le atmosfere di The Body and the Earth non…

GOTR vs Ken Mode

I canadesi Ken Mode hanno sfornato uno dei dischi ( a breve Loved verrà recensito sulle nostre pagine) più cattivi e disturbati dell’anno. Abbiamo voluto fare quattro chiacchiere con loro prima del loro arrivo in italia per il Vvitch Festival. Buona lettura!