Goblinsmoker > Toad King

Nel panorama stoner/sludge/doom odierno è possibile notare una caratteristica tanto interessante quanto particolare, ovvero la coesistenza di un frangente di band volte alla sperimentazione, talvolta totale, al post- e alla contaminazione, con altre che hanno interiorizzato profondamente gli stilemi tipici del genere a tal punto da rendere i propri prodotti (al pari di chi ha…

Cult Leader > A Patient Man

Come si descrive il dolore? È difficile rispondere; ma, se guardiamo all’espressione musicale, allora A Patient Man, secondo full-length a nome Cult Leader, è un ottimo esempio di come si possano efficacemente rappresentare i sentimenti più angoscianti attraverso la musica. Per chi non li conoscesse, i Cult Leader si chiamavano Gaza fino al 2013, quando…

Mule Skinner > Airstrike

Per i Mule Skinner è come se il tempo si fosse fermato. Attivi negli anni 90 in una New Orleans infestata da tantissimo marciume musicale, la band aveva dato alla luce una piccola gemma di grind, Abuse, uscito per la francese Sludge Records, 22 anni fa. Si riparlerà di loro poi solo nel 2014, con…

Earth Ship > Resonant Sun

La contaminazione musicale ed il reciproco mutuarsi di stilemi da generi musicali differenti, che siano collimanti o addirittura distanti, negli anni ha dimostrato, specialmente nel panorama stoner, sludge e doom metal, di essere una prerogativa vincente e dalla cui scintilla scaturiscono prodotti  di indiscutibile qualità. In questo fermento di idee e novità si sono inseriti, già…

Demetra Sine Die > Post Glacial Rebound

I Demetra Sine Die sono genovesi e attivi dal 2008 con tre album. L’ultimo è uscito a giugno per Third I Rex, dal titolo Post Glacial Rebound, ed è caratterizzato da uno spettro piuttosto ampio di influenze, che abbracciano il post metal, lo sludge e persino qualche incursione black metal, complice forse anche la presenza…

Hyperwülff > Volume Two: The Divide

A tre anni dal primo capitolo Volume One: Erion Speaks, il duo bolognese degli Hyperwülff riprende la loro narrazione dell’Iperlupo e del pianeta Erion con Volume Two: The Divide, un viaggio cosmico extracorporeo, un movimento che prende le mosse dalla frammentazione, dall’estroflessione e dalla perdita di consistenza e diventa una quest di ricomposizione e ri-unione.…

The Mild > Coffin Tree

Trio veneto che aveva già convinto con l’ep d’esordio Left to Starve, i The Mild tornano nuovamente sulle scene, dopo un paio di anni e mezzo di esperienza live e scrittura, con un full length ben più ambizioso, Coffin Tree, prodotto, come di consueto per gioiellini underground del genere, dalla classica cordate di etichette. Alle…

Abstracter > Cinereous Incarnate

  Tornano gli Abstracter direttamente da Oakland CA con Cinereous Incarnate, LP dalle sonorità black metal e dark ambient, nonché drone e sludge, co-rilasciato da differenti labels tra le quali spiccano Sentient Ruin e Vendetta Records. I massicci Abstracter colpiscono con forza tellurica fin dall’esordio dell’album, “Nether”: la prima parte della traccia si caratterizza per…

Deadsmoke > Forest of the Damned

Dopo l’omonimo full length del 2016 e Mountain Legacy del 2017, usciti entrambi per Heavy Psych Records, i doomster italiani Deadsmoke tornano anche quest’anno con un altro convincente lavoro. Si tratta dell’elegantissimo Ep di due tracce, Forest of The Damned, uscito per la tedesca Let It Bleed Records. Una sorta di spin-off legato a filo…