Bait > Revelation of the Pure

Revelation of the Pure è il primo full length dei tedeschi Bait, e arriva a ben quattro anni di distanza dal precendente EP, Sunburst. Esce per Les Acteurs de L’ombre ed è fra gli album più notevoli di questa prima parte di anno. È un album maturo, dalla scrittura complessa, ricco di sfumature ammalianti, dinamico,…

Igorrr > Spirituality and Distortion

Quella di Gautier Serre non è musica che si ascolta. La musica del suo progetto Igorrr è fatta sì di affascinanti suoni che passano attraverso le orecchie, ma è fatta anche di colori che esplodono davanti agli occhi, di sapori che scendono lungo la lingua fino a stringere la gola. La musica di Igorrr non…

-(16)- > Dream Squasher

Con Dream Squasher si riaffaccia sulle scene il quintetto di San Diego dei -(16)- che sforna un monumento di sludge, semplice e vecchia scuola, naturalmente estremo, senza forzatura e senza la ricerca a tutti i costi del colpo di scena. Un album che eguaglia per qualità la produzione pre-iato e che esce, immancabilmente per la…

Liverache Corporation > Discomfort

I Liverache Corporation sono un nuovissimo progetto proveniente dalla Puglia. Nuovo il progetto, che è nato sul finire del 2018, non certo la line-up, che si fa da tempo le ossa in diverse realtà musicali alternative. Discomfort è il loro album d’esordio, uscito autoprodotto a metà maggio. Ad accoglierci troviamo un album vario nella scrittura,…

Xibalba > Años En Infierno

Gli Xibalba ci avevano lasciato un paio di anni fa con l’EP Diablo, Con Amor…Adios, uscito per la Closed Casket Activities; un lavoro che evidentemente aveva il proposito di confermare la loro esistenza come band e fare in modo che non intercorresse un lasso di tempo esagerato tra il loro ultimo lavoro Tierra Y Libertad…

Throwing Bricks > What Will Be Lost

La natura iraconda dello sludge si unisce al black metal; in questo modo, l’aggressività sonora entra in contatto con l’aspetto emotivo della proposta, e il risultato non può che essere curioso e percepito profondamente, anche per ulteriori influenze ben assortite all’interno dell’ascolto. Dopo una serie di demo ed EP, tre lavori in cui si può…

Tithe > Penance

Dopo aver dato alla luce tre anni fa un EP omonimo, i Tithe hanno pubblicato qualche giorno fa, via Tartarus Records, il loro primo full length, intitolato Penance e che affina e perfeziona quella sordida miscela di sludge e death metal, già marchio di fabbrica del trio di Portland. Mettiamo le mani avanti, Penance è…

Ruinas > Ikonoklasta

I Ruinas vengono dalla Galizia, sono un duo deathgrind e per metà della line-up, vale a dire Rober, nascono dalle ceneri dei leggendari Machetazo. Il loro primo album Ikonoklasta è uscito a fine marzo per l’italiana Spikerot Records. Il duo galiziano propone un deathgrind corposo, marcio, con tanto groove e non insiste soltanto solo su…

Pale Mare > II

Con il loro EP di debutto, pubblicato nel 2017 da Medusa Crush Recordings, i Pale Mare si erano presentati con tre brani piacevoli, che andavano a formare un ascolto semplice ma non troppo anonimo, un discreto punto di partenza per la propria carriera. Sono passati tre anni, è cambiata l’etichetta (collaborazione tra Seeing Red Records…