Abiura > Hauntology

Conosciamo i Noise Trail Immersion, sappiamo di cosa sono capaci e sappiamo anche con quale veemenza quello che sanno fare ce lo scagliano addosso, quello che non conoscevamo fino in fondo (… e chissà, magari nemmeno lui) è l’animo sperimentale di Daniele Vergine, qui in veste solista con il suo progetto Abiura. Un animo profondo…

Bong-Ra > Antediluvian

Antediluvian è terra di esplorazione, frutto di una ricerca filosofica e trascendentale, che tocca esoterismo ed esistenzialismo mettendo in evidenza varie influenze musicali, tra accenni jazz e un’ossatura dominante tra doom e drone metal. Lavoro già di suo valido che incuriosisce ancora di più se si pensa al background del progetto, dato che Bong-Ra è…

Zement > Rohstoff

Il duo tedesco Zement è probabilmente uno dei migliori esponenti di quella corrente di rock sperimentale tanto cara a colleghi come Föllakzoid, Maserati, Neu! e Trans Am, Beak>. Decisi come non mai ad allargare le proprie vedute musicali, i due musicisti di Würzburg (Christian Büdel alla batteria ed il polistrumentista Philipp Hager) ritornano con il…

Eremit > Bearer of Many Names

Con Bearer of Many Names I tedeschi Eremit raggiungono la fine del precorso intrapreso nel 2019 con Carrier of Weight, e proseguito l’anno scorso con Desert of Ghouls, un’immaginifica trilogia che segue l’errare, fisico e spirituale, di un io narrante che batte le aride spoglie di una terra fantasma. Orchestrato con i ritmi granitici e…

Phurpa & Queen Elephantine > Ita Zor

Quest’oggi si parte verso una meta piuttosto lontana in compagnia di musicisti decisamente particolari. Il progetto di cui ci occuperemo in questa recensione è una sorta di collaborazione fra due entità, ovvero Phurpa e Queen Elephantine. Da questa collaborazione è nato il disco chiamato Ita Zor. Per comprendere appieno bisogna però fornire alcune coordinate. I…

Nadja > Luminous Rot

Prima release con la statunitense Southern Lord per i Nadja, duo noise canadese stabilmente sistemato da un decennio nella sempre stimolante atmosfera berlinese. Luminous Rot è il titolo scelto per questo loro recente album, terzo disco per questo duemilaventuno e l’ennesimo di una carriera che li vede attivi dal 2005 ed estremamente prolifici. Aidan Baker e…

[GOTRTV] STREBLA : Cemento

10 tracce devastanti tra il post hardcore, il Noise rock ed i Melvins. Questi sono gli Strebla di Cemento che in questa intervista ci raccontano qualcosa in più su loro stessi e sull’architettura della loro prima pubblicazione, tutt’altro che immatura.

Olhava > Frozen Bloom

Con il loro nuovo lavoro gli Olhava vogliono immortalare una stasi maestosa, quella della natura che sta riprendendo i suoi spazi all’arrivo della primavera ma viene travolta da una ricaduta glaciale, che la congela in tutto il suo fascino. Un paesaggio immoto, tra vita e morte, che ha spinto il polistrumentista e cantante Andrey Novozhilov…

Lustmord & Karin Park > Alter

Una collaborazione fra Lustmord e Karin Park non era così prevedibile, eppure Alter è qui a dimostrare che nella musica può succedere di tutto. Lustmord è il progetto del mastermind gallese Brian Williams, una delle leggende della musica elettronica considerato il padre del dark ambient. Fra le sue collaborazioni più importanti figurano Chris e Cosey…

S A R R A M > Albero

Valerio Marras giunge al suo quarto album come solista, il primo con la Subsound Records, e lo fa presentandoci un disco che riflette perfettamente quello che è lo stato d’animo prevalente di chiunque abbia a cuore il destino del pianeta. Registrato in Sardegna e mixato da James Plotkin, Albero è un viaggio catartico che ci porta…

LTO > DAEAR

LTO è un progetto solista di musica elettronica/ambient, nato a Bristol e con all’attivo già tre pubblicazioni, ma è con la quarta, DAEAR, che trova finalmente la quadra tanto agognata e ricercata da ogni artista nel corso di anni ed anni di continui ed estenuanti tentativi. Su questo disco si viaggia letteralmente ad occhi aperti…