Gaerea > Unsettling Whispers

Poco meno di due anni fa ci eravamo chiesti cosa ci sarebbe stato da aspettarsi dai Gaerea, band portoghese senza volto autore di un buonissimo EP d’esordio (che forse troppo poco generosamente abbiamo valutato) il quale lasciava intravedere le potenzialità e le ambizioni del combo. Ci troviamo ora dinanzi al primo full-length dei blackster lusitani,…

Wiegedood > De Doden Hebben Het Goed III

Ipotesi, tesi, sintesi. Si potrebbe riassumere così la parabola della trilogia De Doden Hebben Het Goed (traducibile, con qualche licenza, i morti se la cavano meglio) dei belgi Wiegedood, per chi – ancora – non li conoscesse sorta di supergruppo dell’underground fiammingo con componenti di Amenra, Oathbreaker e Rise And Fall. Dopo un primo disco…

Humanity Is A Curse > Raging For A Lighthouse

“Sludge-crust trio based in Berlin influenced by heavy music and planet earth’s social, political and ethical issues.” Questa è la bio che potete leggere sulle pagine del trio italo-tedesco Humanity Is A Curse il cui esordio, Raging for a Lighthouse, è uscito a fine gennaio per Shove Records, Hasiok Records e Counteract Recordings. Tanto basta…

Ad Hominem > Napalm For All

Dopo circa tre anni ritorna il black metal oltranzista e battagliero della one-man band francese Ad Hominem, creatura del poli-strumentista Jean-Baptiste “Kaiser” Wodhanaz, ormai scafato fautore di album feroci sia a livello prettamente musicale che di tematiche, abbracciando in toto la vena “anti-human” del metallo oscuro. Immergendoci nell’ascolto di quest’opera ci troveremo a fare i…

Antlers > Beneath. Below. Behold

Come l’onda di una marea nera, travolgente, soffocante. Con queste parole si potrebbe descrivere, assai sinteticamente, il secondo album dei tedeschi Antlers, questo Beneath. Below. Behold che si candida molto seriamente ad essere uno dei dischi dell’anno (se non “il”). Gli Antlers si sono formati nel 2013, e sono quindi un gruppo relativamente giovane; quello…