Inherit Disease > Ephemeral

  Chiunque ami il brutal death metal tenico avrà sicuramente sentito parlare degli Inherit Disease, band californiana attiva dal 2001, votata da sempre ad un sound tanto estremo quanto complesso ispirato ai maestri Deeds Of Flesh e Suffocation. Ephemeral, rilasciato a ben sei anni da Visceral Transcendence, presenta alcuni importanti cambiamenti rispetto alle opere precedenti.…

Heads./Closet Disco Queen > Split 7″

Quello degli Heads. è stato uno dei debutti più interessanti del 2015: il loro noise rock ci ha decisamente convinto. In attesa della loro prossima opera possiamo ingannare il tempo con questo split che i nostri amici tedeschi condividono insieme ai Closet Disco Queen, proponendoci come da programma un brano a testa. Iniziamo con gli…

Amon Amarth > Jomsviking

Tre anni fa eravamo rimasti deliziati dal carismatico Deceiver of the Gods; per questo motivo c’era grande attesa per l’ultima fatica degli Amon Amarth, purtroppo però ci si accorge molto in fretta di come Jomsviking abbia in buona parte disatteso le speranze dell’ampia fanbase della band. Una volta premuto il tasto play si viene accolti…

Black Mountain > IV

Il quarto album dei Black Mountain si intitola semplicemente IV ed esce per la Jagjaguwar, importante indie label che ha in sostanza pubblicato l’intera discografia del quartetto canadese. Con questa nuova opera la band si distanzia dai suoni zeppeliani dei primi dischi, i riferimenti al rock 70’s sono decisamente meno accentuati e l’uso più massiccio…

Inverloch > Distance | Collapsed

Distance | Collapsed è il sogno erotico di ogni amante del doom death. Bastano solo due nomi per far capire ciò: Paul Mazziotta e Matthew Skarajew. Chiunque ascolti il genere sa che sono due delle quattro menti dietro Transcendence into the Peripheral, uno dei pilastri del genere. Perché gli Inverloch possono quasi esser definiti come…

At The Drive-In @ Fabrique

Ogni volta è la stessa storia. Gli anni Dieci, una vera e propria Era delle Reunion che è diretta conseguenza dalla povertà del decennio precedente, ci stanno offrendo continue occasioni di riflessione sulla buona fede delle tante formazioni che periodicamente giocano coi nostri cuori annunciando il ritorno sulle scene. Il discorso non può non ripetersi…

Wormed > Krighsu

  A distanza di tre anni dal precedente Exodromos torna il brutal-death metal siderale degli iberici Wormed, band non certo nota per la prolificità bensì per la qualità, e per aver creato una pericolosa ed efficace mistura tra velocità iperboliche, ritmiche terremotanti e atmosfere aliene inquietanti. Krighsu è un disco decisamente variegato che necessita di…

Hookworms > Hookworms EP

Il biglietto da visita con cui si sono presentati gli Hookworms nel 2011 è un EP omonimo che oggi viene riproposto da Gringo Records in una versione estesa, con tre tracce aggiuntive che rendono l’opera corposa quanto un full-length. La band originaria di Leeds sin dalla sua genesi ci presenta un weird sound che intreccia…

Ragnarok > Psychopathology

Sempre fedeli alla loro integrità e alla loro affezione patologica di eternamente dannati dal 1994, i blacksters norvegesi Ragnarok tornano a pizzicare la nostra curiosità con questa nuova fatica, dal titolo emblematico Psychopathology. I Ragnarok sono sempre stati dei maestri nel colpire la sfera cognitiva, umorale e affettiva e non hanno certo bisogno di ulteriori…

Purgatory > Omega Void Tribvnal

I tedeschi Purgatory sono una death metal band sulla scena dal 1993, con ben otto full-length all’attivo, tra i quali contiamo l’appena uscito Omega Void Tribvnal. Tuffandoci nell’ascolto dell’ultima fatica del combo di Nossen ci troveremo a fare i conti con un death metal di stampo americano, con un occhio di riguardo verso quelle formazioni…

Livhzuena > Dark Mirror Neurons

È incredibile il successo che hanno avuto i Gojira in Francia e nel resto del mondo. Il combo francese ha davvero fatto scuola, soprattutto nella loro terra natia: tra i loro allievi possiamo annoverare i Livhzuena, attivi dal 2011, dei quali oggi recensiamo il debutto Dark Mirror Neurons. Per orientarvi al meglio, stiamo parlando di…

Gadget > The Great Destroyer

  C’è chi ormai li dava per sciolti o scomparsi dalla scena e invece, rullo di tamburi, sono tornati in grandissima forma. Di chi stiamo parlando? Degli svedesi Gadget, formazione dedita al grindcore puro ed incontaminato in attività dall’ormai lontano 1999 ma della quale non si avevano più notizie da ormai svariati anni. A ben…