Gerda > Black Queer

Black Queer non lascia spazio alle imprecisioni; maturato negli ultimi quattro anni da parte dei Gerda, il gruppo hc italiano, è un album compiuto e consapevole. Attraverso le otto tracce che lo compongono si sprigionano musicalità e caos che arrivano dritti alla testa e al cuore, ma senza l’intento di distruggere, bensì di condividere e…

Earth Ship > Resonant Sun

La contaminazione musicale ed il reciproco mutuarsi di stilemi da generi musicali differenti, che siano collimanti o addirittura distanti, negli anni ha dimostrato, specialmente nel panorama stoner, sludge e doom metal, di essere una prerogativa vincente e dalla cui scintilla scaturiscono prodotti  di indiscutibile qualità. In questo fermento di idee e novità si sono inseriti, già…

A.c.o.D. > The Divine Triumph

In Francia, oltre ad una foltissima schiera di band black metal, si trovano anche degli ottimi gruppi di vari altri generi. In questo caso siamo rimasti colpiti dal lavoro degli A.c.o.D., complessino di Marsiglia attivo dal 2006 dedito al death metal. Questo The Divine Triumph è la loro sesta opera tra EP e full length.…

Witchthroat Serpent > Swallow The Venom

Il sottoinsieme stilistico che racchiude nella sua area d’interesse il doom metal, e le sfaccettature musicali affine ad esso, è assodato che offra una grande vastità di scelta in termini di contenuti ed interpretazioni, seppur tenuti insieme dallo stesso filo conduttore. Ma se al fruitore di doom metal può piacere o meno un determinato segmento…

Madder Mortem > Marrow

I norvegesi Madder Mortem non sono mai stati una band semplice, dimostrandosi invece ostici e pesanti da digerire. Il loro modo di suonare prog metal decisamente avanguardistico è parecchio fuori dagli schemi e pochissimi gruppi ci si avvicinano come stile. Il nuovo Marrow non fa nessuna eccezione ed oltre a riproporre la medesima line-up mantiene…

Fredag Den 13:e > Dystopisk Utsikt

Con Dystopisk Utsikt, il combo svedese dei Fredag Den 13:e sfora più di dieci anni di carriera e pretende un posto di spicco tra le band di punto del crust europeo, laddove in Svezia sono già un punto di riferimento. L’album è uscito per Deviance, EveryDayHate e Halvfabrikat Records, che sono un po’ le etichette…

Demetra Sine Die > Post Glacial Rebound

I Demetra Sine Die sono genovesi e attivi dal 2008 con tre album. L’ultimo è uscito a giugno per Third I Rex, dal titolo Post Glacial Rebound, ed è caratterizzato da uno spettro piuttosto ampio di influenze, che abbracciano il post metal, lo sludge e persino qualche incursione black metal, complice forse anche la presenza…

Distruzione > Inumana

Come antipasto, in attesa del nuovo album, i nostrani Distruzione (attivi fin dal 1990, va ricordato) tornano decisi e fieri come sempre con il qui presente EP a nome Inumana. Il combo di Parma, che vede alla batteria il nuovo acquisto Emanuele Collato, alfiere di un death/thrash metal assassino, presenta in questo lavoro cinque tracce,…

Cataya > Firn

Sono passati oltre tre anni dal disco di esordio dei Cataya, lavoro che all’epoca ci aveva positivamente impressionato. Il collettivo, sempre sotto l’ala protettiva dell’etichetta tedesca Moment of Collapse, rilascia Firn, introducendo nuove importanti variazioni al proprio suono. Prendendo infatti le distanze dall’approccio cinematico di Suksession, la band propone passaggi che attingono a piene mani dal mondo black metal. In passato si era avvertita una certa vicinanza…

Emma Ruth Rundle > On Dark Horses

Ci sono pochissimi artisti capaci di trasformare qualunque cosa tocchino in oro. Che si possa essere d’accordo o meno Emma Ruth Rundle è una di questi, e la sua carriera solista finora ha sempre dato ragione all’introspettiva cantante/chitarrista. Dopo il tour/split album assieme a Jay Jayle esce il nuovissimo On Dark Horses, disco che immerge…