Awaken the Misogynist > Descended from Vast Dimensions

Gli Awaken the Misogynist sono una sorta di “all stars band” dedita al brutal death metal, formata dai membri di Crepitation, Near Death Condition, Facelift Deformation e Bodysnatch: come potete dunque vedere si tratta di artisti che militano nell’ambiente death metal da anni, in particolare specializzati sul brutal death di matrice a stelle e strisce.…

Clavicvla > Degeneracy Of The 5th Density

Sentient Ruin è ormai sinonimo di eccesso sonoro. E questo nuovo album di Clavicvla, realtà ambient drone italiana giunta al suo quarto episodio, non fa eccezione, anzi. L’intransigenza della label statunitense dell’italianissimo Mattia Alagna (Abstracter), si manifesta ogni volta con una sempre maggiore intensità. Ogni album di Clavicvla è un passo in avanti verso la…

Carrion Vael > Abhorrent Obsessions

I Carrion Vael sono una formazione death metal proveniente da Richmond, nell’Indiana, la cui proposta musicale è un metallo mortifero dalle tinte melodiche e marcate velleità tecniche caratterizzato da un taglio decisamente variegato; quello che ci apprestiamo a recensire è il terzo album da studio, intitolato Abhorrent Obsessions, che li vede inoltre approdare nel roster…

Alberto Boccardi > Petra

Uscito a giugno per Room40, etichetta di Lawrence English, Petra è un nuovo capitolo della carriera di Alberto Boccardi, musicista nostrano che da un decennio sperimenta nell’ambito della musica elettroacustica, sia con collaborazioni che con lavori solisti. La genesi di questo lavoro risale al periodo tra 2015 e 2020, in cui Boccardi ha vissuto a…

Josiah > We Lay On Cold Stone

Dopo 12 lunghi anni lontani dalle scene la band inglese Josiah torna alla ribalta con un nuovo lavoro intenso e matematico, le loro sonorità acide si incastrano a sfumature psych rock, con un’adrenalina tagliente e un’attitudine grintosa, che li rende unici e ricercati. Il loro viaggio inizia a Leicester e nel loro bagaglio registrano una…

Duir > T.S.N.R.I. – Impermanenza

Nel mare magnum delle uscite discografiche che arrivano ad una webzine può capitare che un album meritevole non venga intercettato dai radar dei recensori e passi dunque inosservato: è però un piacere riscoprire queste piccole gemme e valorizzarle come si deve. È questo il caso dei Duir, band italiana che all’inizio di questo 2022 ha…

Cursed Cemetery > A Forgotten Epitaph

Rimanere graniticamente abbarbicati a stilemi consolidati e insistere sulla rotta tracciata oppure sperimentare a ogni pubblicazione, cambiare le carte pentagrammaticamente in tavola, non dare punti di riferimento e certezze a chi aveva applaudito le scelte artistiche precedentemente apparecchiate? Premesso che, ovviamente, se sorrette dal dovuto carico di ispirazione e fermezza in sede di scrittura, entrambe…

The Grow > Death Home Tape

Quando si affronta un certo tipo di musica, come ad esempio quella estrema e sperimentale, la mancanza di un “linguaggio universale” – se così vogliamo chiamarlo – risulta essere una delle principali cause di incompatibilità tra il pubblico e il musicista. Voglio dire che non molto spesso riesco a ritrovare in un progetto le sensazioni…

Mine Collapse > Delusions

Una miscela di hardcore metallico e minaccioso attende le orecchie degli ascoltatori che vorranno avvicinarsi all’EP dei Mine Collapse dal titolo Delusions. La band di Chicago ci consegna sei brani potenti sulla scia degli Helmet (giusto per tirare in ballo un nome sicuramente conosciuto ai più), ma che in certe progressioni ci hanno ricordato anche…

Interpol > The Other Side Of Make-Believe

Gli Interpol sono una di quelle band che ha subito la maledizione di dare alle stampe un disco di debutto clamoroso, in grado di mettere d’accordo tutti e di imprimersi nella memoria della gente come un istant classic. Gli album successivi, seppur dotati di una profonda qualità, hanno sempre subito questo asfissiante paragone, di cui…

Black Magnet > Body Prophecy

A due anni dall’esordio Hallucination Scene, il progetto di James Hammontree Black Magnet partorisce il full-lenght Body Prophecy, un amalgama di industrial e hardcore/metal che avvince (parecchio) ma non convince fino in fondo, lasciando l’impressione che forse non tutto ciò che si poteva dire sia stato detto. Già dalla opener “A History of Drowning” è…

Grombira > Lunar Dunes

Pubblicato proprio in questi giorni, l’ultimo album dei tedeschi Grombira, prodotto dalla Tonzonen, chiarisce senza appello (a partire dal titolo, Lunar Dunes) il contenuto dell’opera che per stile, influenze ed esecuzione sembra proprio arrivare da un altro spazio ed universo musicale. Un punto però deve essere chiarito fin dal principio: Non si tratta di album…