Paradise Lost > Medusa

Giunti al ragguardevole traguardo del quindicesimo album in studio, i Paradise Lost confermano ancora una volta (ammesso vi fosse qualche dubbio) la propria caratura di leader della scena metal mondiale, a dispetto dei quasi trent’anni di attivitĂ . Forti di una discografia molto varia, ma solidamente ancorata alle coordinate gothic, doom e death che da sempre…

Fvzz Popvli > Fvzz Dei

Per gli amanti del fuzz ecco approcciarsi al duro mondo discografico una nuova band nostrana, un trio per la precisione, chiamato Fvzz Popvli. Dopo un primo EP arriva il vero e proprio full length che sin dal nome è una vera e propria dichiarazione di intenti: Fvzz Dei. Uscito per la sempre attiva Heavy Psych…

Leprous > Malina

Per gli appassionati di progressive rock/metal l’uscita dell’ultimo album dei Leprous, Malina, non può passare inosservata; l’hype dopo Coal e The Congregation è stato palpabile e i tre singoli “From the Flame”, “Stuck” e “Illuminate” hanno creato un’aspettativa notevole. Se a prima impressione quest’album vi deluderĂ  non preoccupatevi, magari vi aspettavate riff piĂą distorti, magari…

Unsane > Sterilize

Il tempo passa e gli Unsane sono sempre lì, con i piedi e le mani imbrattati di sangue, lo stesso che compare sempre nelle loro copertine e lo stesso che esce dalle nostre orecchie dopo l’ascolto di alcuni dei loro lavori e, sopra ad ogni cosa, dopo averli visti live. Le coordinate di questo Sterilize…

Municipal Waste > Slime and Punishment

Ecco tornare, dopo cinque anni di silenzio e vari side-project, con una nuova fatica discografica i Municipal Waste, ancora una volta sotto l’ala protettrice della ormai major del metal Nuclear Blast. Cinque sono gli anni sono passati dal discreto The Fatal Feast, lavoro che non brillava certo di originalitĂ  e che, come il suo predecessore…

Dyscarnate > With All Their Might

Gli inglesi Dyscarnate si erano distinti sin dagli esordi – nel 2010 sotto l’egida dalla Siege of Amida Records – grazie ad un buon songwriting e ad un sound personale e ispirato. Oggi, dopo anni trascorsi tra live vari e tanta gavetta in studio, sono approdati al terzo full length per la prestigiosa Unique Leaders…

Chelsea Wolfe > Hiss Spun

Sfido qualunque lettore di GOTR a trovare un compositore in grado di produrre con costanza nel tempo lavori interessanti, riuscendo impeccabilmente a rappresentare sotto forma di musica con peculiare sensibilitĂ  un messaggio, delle sensazioni, un’urgenza artistica sincera. Moltissimi degli artisti qui seguiti e ammirati, prima o poi sono incappati in quel che viene comunemente definito…

Ufomammut > 8

  Avanza il percorso degli Ufomammut tra i pesi massimi della musica pesante italiana: con questo ottavo album ci proiettano dentro al loro mondo di suoni stordenti, ambienti sacri e atmosfere fluttuanti.  L’impostazione sonora del trio è pesante e astrale, complici quei riff enormi portati all’esasperazione e il fatto di avere un basso che sembra…

All Out War > Give Us Extinction

A cavallo degli anni ’90 e dei ’00, i newyorkesi All Out War pubblicarono un paio di album, ormai cult, – For Those Who Were Crucified e Condemned to Suffer – con i quali andarono a rimpinguare le produzioni piĂą oltranziste, quelle di Integrity, Merauder, Ringworm o Earth Crisis, di una scena metallic hardcore, il…

Make Them Suffer > Worlds Apart

Il quintetto australiano Make Them Suffer, dopo una piccola modifica della line-up e dopo aver firmato per la Rise Records, si presenta al grande pubblico con una nuova veste musicale. Questo Worlds Apart segna definitivamente l’addio al loro blackened deathcore sinfonico degli esordi a favore di un metalcore certamente piĂą leggero, ma non per questo…

Sum Of R > Orga

Dopo tre dischi profondamente legati a sound drone ed industrial gli svizzeri Sum Of R rilasciano Orga, una continuazione del loro operato ma anche un punto di svolta, uno slancio verso il cambiamento. I SOR hanno sempre sperimentato costruendo composizioni basate su piĂą generi, dove il drone però risultava sempre preponderante. In questo quarto disco…

Thy Art Is Murder > Dear Desolation

A due anni di distanza dal convincente Holy War arriva sugli scaffali Dear Desolation, ultima fatica degli australiani Thy Art Is Murder, famosa formazione dedita al deathcore piĂą puro ed estremo e ormai, a ragion veduta, riconosciuta tra le migliori in assoluto dal panorama mondiale. Dear Desolation prosegue, a livello stilistico, sulle linee guida tracciate…