Cytotoxin > Nuklearth

I tedeschi Cytotoxin, attivi dal 2010, sono da annoverare fra quelle band di grande talento e capacitĂ  compositiva che ha saputo mettere in atto una rapida crescita e maturazione all’interno del panorama death/brutal tecnico. Con la pubblicazione del quarto album intitolato Nuklearth i ragazzi di Chintz si apprestano a sbaragliare una concorrenza sempre piĂą agguerrita…

Jupiterian > Protosapien

Suonare doom metal e realizzare un album di sei tracce in mezz’ora sembra, anche nel 2020, un azzardo che non può non suscitare curiositĂ . Se poi si considera che la band in questione viene da due album dal suono potentemente atmosferico, la curiositĂ  diventa interesse (per dirla con Tarantino). Quando ho schiacciato il tasto play…

SVNTH > Spring in Blue

C’est plus facile. ChissĂ , forse qualche pubblicitario figlio dei presuntamente spumeggianti anni Ottanta utilizzerebbe quello slogan alla base di antichi spot-tormentone che ammorbavano l’etere delle prime cittĂ  da bere, per commentare oggi la scelta di una band di modificare il proprio nome dopo anni di gloriosa carriera. E forse chissĂ , qualche purista contesterĂ  la scelta…

Affliction Vector > Death Comes Supreme

Emerge, praticamente all’improvviso, e dalle stesse tenebre di cui si tinge, Death Comes Supreme, EP di debutto del duo black/death metal italiano Affliction Vector. La band si compone di due musicisti provenienti da una scena italiana d’eccellenza quali Ans (ex-Grime, ex-Ooze) ed il batterista Christian Musich (The Secret, Grime). Della stessa rilevanza si caratterizza l’appartenenza…

Slomosa > S/T

  Provenienti dal paese meno desertico del mondo, la Norvegia, gli stoner Slomosa pubblicano il loro primo album dal titolo omonimo proprio in questi giorni. Una anticipazione di questo c’era gia’ stata un anno addietro quando i single “Horses” e “There is nothing new under the sun” avevano riscosso un successo quasi a sorpresa arrivando…

Shaman Elephant > Wide Awake but Still Asleep

Quattro anni fa avevamo lasciato gli Shaman Elephant con il buonissimo esordio Crystals, lavoro pregno di psichedelie e dilatazioni tipiche di quel rock anni 60 orfano delle visioni dei Jefferson Airplane. Il combo guidato dal cantante e chitarrista Erik Sejersted Vognstølen rimescola lievemente le carte in tavola in Wide Awake but Still Asleep, dando un…

Almyrkvi / The Ruins of Beverast > Split

Almyrkvi e The Ruins of Beverast sono due realtĂ  di spicco per il black metal europeo. I primi, attivi dal 2013, hanno pubblicato nel 2017 il loro primo full-length Umbra, lasciando subito un segno indelebile nella scena islandese, di cui si sono immediatamente diventati uno dei migliori esponenti. Dietro al nome si celano due musicisti…

Airbag > A Day At The Beach

Il quinto album dei norvegesi Airbag segna un’importante svolta nella carriera della band. Fino al precedente album Disconnected del 2016 il gruppo agiva come quintetto, ma gli ultimi tempi hanno visto la defezione di ben due membri storici costringendo il combo nordico a comporre come trio. Fin da Identity del 2009, primo album, vi è…

Arabs In Aspic > Madness And Magic

Vi era un tempo in cui una band, inconsciamente, dava vita a qualcosa di importante. Nella doppia decade dei 60’-70’ ci furono molteplici tumulti sonori e fra questi emerse il progressive rock che aprì le porte ad infinite evoluzioni. Al giorno d’oggi innumerevoli gruppi, fra cui i norvegesi Arabs In Aspic, ripropongono il genere appena…

Upcdownc > Score

Vent’anni di carriera e una moltitudine di album prodotti sono un traguardo importante. Inizialmente nati come band post-rock piuttosto canonica, gli inglesi Upcdownc negli anni si sono reinventati piĂą e piĂą volte: in uscita per Trepanation Records, la loro ultima fatica Score è un passo stilistico decisivo per il gruppo. Dall’incipit acustico di “Power of…

Pig Destroyer > The Octagonal Stairway

L’uscita il 28 agosto di The Octagonal Stairway, l’ultimo EP dei washingtoniani Pig Destroyer, in cui la band prova per la prima volta a sperimentare con sonoritĂ  diverse da quelle piĂą tipicamente extreme metal che la caratterizzano, offre l’opportunitĂ  di fare un breve punto sulla scena grind contemporanea, ed in particolare su quel suo versante…

sleepmakeswaves > These Are Not Your Dreams

Avevamo lasciato gli sleepmakeswaves nel 2017 con l’ottimo Made of Breath Only. Dopo il periodo di promozione dell’album la band australiana è rimasta silenziosa – ma laboriosa – per qualche tempo, e l’uscita di cui stiamo parlando in questo articolo ne è la prova. Il periodo di riflessione è infatti servito al combo, che nel…

Frigoris > …in Stille

Attivi dal 2007, i Frigoris ormai non sono piĂą un nome nuovo nella scena black metal europea. La loro carriera non è mai riuscita a spiccare il volo, rimanendo sempre stabile nell’underground, complice anche una proposta non particolarmente personale, ma non per questo poco valida. Con il quarto album …in Stille, oltre a dare un…