Brant Bjork > Mankind Woman

E la Heavy Psych mette a segno un nuovo colpaccio. Infatti dopo Nick Olivieri, bassista storico dei Kyuss, la label romana riesce ad inserire nel suo roster il batterista del gruppo di riferimento dello stoner rock, ovvero il polistrumentista, cantante, compositore e collaboratore instancabile Brant Bjork arrivato al suo decimo album solista in vent’anni. Diciamo…

Hyperwülff > Volume Two: The Divide

A tre anni dal primo capitolo Volume One: Erion Speaks, il duo bolognese degli Hyperwülff riprende la loro narrazione dell’Iperlupo e del pianeta Erion con Volume Two: The Divide, un viaggio cosmico extracorporeo, un movimento che prende le mosse dalla frammentazione, dall’estroflessione e dalla perdita di consistenza e diventa una quest di ricomposizione e ri-unione.…

Joliette > El Alphabiotista

I messicani Joliette, dopo un paio di anni senza uscite, tornano sulle scene con tantissimo entusiasmo. Innanzitutto è di quest’anno uno split con i Frameworks, poi un lunghissimo tour europeo che ha toccato in più tappe anche l’Italia, l’uscita del videoclip di “El Alphabiotista” e l’annuncio che la traccia andrà a far parte di un…

Wild Animals > The Hoax

I Wild Animals da Madrid sono un trio power pop dal forte impatto punk rock, diciamo pure che l’attitudine ma anche il sound si inserisce in una catena evolutiva che si posiziona a ruota dietro band quali Mr. T Expirience ma anche i Superchunk (più volte citati per inquadrare i W.A.). Le dieci tracce di…

The Secret > Lux Tenebris

Dopo ben sei anni, la nuova uscita dei The Secret si intitola Lux Tenebris, un corposo EP di sole tre tracce ma ben diciannove minuti. Una release “a sorpresa” dopo circa tre anni di totale silenzio, che avevano fatto pensare a una prematura dipartita della band triestina. Così non è, o almeno non pare; intanto,…

Kint > Stoned.Immaculate

Anticipato allo scadere dello scorso anno dall’ep B-Sides, registrato live, e dal videoclip di “Glass Bones”, Stoned.Immaculate è il primo full length dei Kint, band formata da componenti di The Death of Anna Karina e Redline Season, e il cui nome è una contrazione di kintsugi, quella pratica tutta giapponese di riparare i cocci con…

Wrekmeister Harmonies > Light Falls

I Wrekmeister Harmonies come li abbiamo conosciuti possiamo salutarli da molto lontano. Non che la cosa debba sorprendere, dato che è da ben tre anni che J. R. Robinson ha traghettato il suo progetto verso lidi man mano più eterei e delicati, dando vita ad un suono plumbeo e quasi cantautorale (termine da prendere con…

The Mild > Coffin Tree

Trio veneto che aveva già convinto con l’ep d’esordio Left to Starve, i The Mild tornano nuovamente sulle scene, dopo un paio di anni e mezzo di esperienza live e scrittura, con un full length ben più ambizioso, Coffin Tree, prodotto, come di consueto per gioiellini underground del genere, dalla classica cordate di etichette. Alle…

Primitive Man / Unearthly Trance > Split

L’unione delle forze di due band come Primitive Man e Unearthly Trance in uno split sicuramente sarà stato un desiderio che almeno una volta avrà sfiorato le fantasie musicali più oscure dei fans del panorama estremo sludge doom metal, brama che il 17 agosto 2018 è diventata concretezza con l’uscita dell’omonimo split delle due band…

Uniform > The Long Walk

Dopo l’esaltante album Wake in Fright, balzato ai clamori della cronaca anche per le due canzoni citate nella nuova stagione di Twin Peaks, gli Uniform, ossia il cantante Michael Berdan e lo strumentista Ben Greenberg in compagnia del batterista Greg Fox, sono tornati in studio per proporre l’ennesima ed esplosiva miscela di post-punk industriale dalle…

Bellini > Before The Day Has Gone

A quasi dieci anni di distanza dall’ultimo The Precious Prize of Gravity, il supergruppo italo-americano Bellini – con Agostino Tilotta e Giovanna Cacciola dei catanesi Uzeda, che nel frattempo hanno da poco festeggiato i 30 anni di attività con una festa che ha già il suo posto fisso nella storia, Alexis Fleisig dei Girls Against Boys…

Abstracter > Cinereous Incarnate

  Tornano gli Abstracter direttamente da Oakland CA con Cinereous Incarnate, LP dalle sonorità black metal e dark ambient, nonché drone e sludge, co-rilasciato da differenti labels tra le quali spiccano Sentient Ruin e Vendetta Records. I massicci Abstracter colpiscono con forza tellurica fin dall’esordio dell’album, “Nether”: la prima parte della traccia si caratterizza per…