Grog > Men of Low Moral Fiber

I Grog sono un interessante duo strumentale che proviene da Reggio Calabria. Dopo il primo EP rilasciato sotto Musichette Records lo scorso anno, tornano con Men of Low Moral Fiber per la medesima etichetta. La partenza elettro di “The Great Jeeg in the Sky” è delle più fuorvianti. Dalle prime note di “Got Ham” si…

Echolot > Volva

Gli Echolot sono un power trio proveniente dalla Svizzera che, dopo un primo disco chiamato semplicemente I (trentasette minuti di fuzz e improvvisazioni), ritorna con Volva, sotto l’egida dell’etichetta Czar of Crickets, sempre attenta agli artisti locali. Rispetto al disco precedente, a distanza di un solo anno, gli svizzeri fanno notevoli passi avanti a livello…

Nick Oliveri > No Hits At All Vol. 3

Terzo capitolo della trilogia che la Heavy Psych Sounds ha dedicato all’ex-bassista di Kyuss e Queens Of Stone Age, che probabilmente completa il meritato omaggio ad uno dei musicisti underground più influenti della sua generazione. Diciamo subito che rispetto ai precedenti questo Vol. 3 si apprezza soprattutto per il ritmo indiavolato ed i suoni grezzi…

Arcane Roots > Melancholia Hymns

Il trio inglese Arcane Roots ha prodotto Melancholia Hymns, un album decisamente diverso dal precedente Blood & Chemistry (2013). Le prime differenze si possono notare già dai credits (Andrew Groves anche alle tastiere e Jack Wrench alla batteria dopo l’uscita dalla band di Daryl Atkins) e dall’ascolto dei due singoli “Curtains” e “Matter”, estremamente diversi fra…

Septicflesh > Codex Omega

I maestri del sound infernale tornano a farci visita con la loro nuova opera Codex Omega. Per chi ancora non lo avesse capito stiamo parlando della symphonic death metal band Septicflesh: i greci alle spalle hanno tanti anni di carriera e di ottimi dischi. Riaprendo il loro fascicolo li avevamo lasciati con il buon Titan…

Sannhet > So Numb

A due anni dal magnifico Revisionist ritornano i newyorkesi Sannhet con So Numb, in uscita per la Profound Lore. Ancor prima di procedere con l’ascolto, salta all’occhio un importante punto di contiguità tra i due artwork attraversati da una linea gialla orizzontale e caratterizzato da un’ossessione per la cecità, per l’occhio chiuso, tappato. Se in…

Wolves In The Throne Room > Thrice Woven

Uno dei ritorni più attesi dell’anno, specie dopo l’orribile estate che finalmente ci siamo lasciati alle spalle, è sicuramente quello dei Wolves In The Throne Room, giunti al sesto full-length della loro quindicennale carriera: nulla di meglio delle atmosfere glaciali dipinte dai fratelli Weaver (ora accompagnati in pianta stabile da Kody Keyworth, che dopo una…

We Stood Like Kings > USA 1982

Che il post-rock abbia stretto un legame forte con le immagini e tutto ciò che porta suggestioni cinematiche è cosa nota, basti pensare agli australiani Dumbsaint e ai loro album con immagini a seguito. I belgi We Stood Like Kings nei loro album musicano film girati da altri componendo una colonna sonora “alternativa” all’originale – come compare nelle…

Paradise Lost > Medusa

Giunti al ragguardevole traguardo del quindicesimo album in studio, i Paradise Lost confermano ancora una volta (ammesso vi fosse qualche dubbio) la propria caratura di leader della scena metal mondiale, a dispetto dei quasi trent’anni di attività. Forti di una discografia molto varia, ma solidamente ancorata alle coordinate gothic, doom e death che da sempre…

Fvzz Popvli > Fvzz Dei

Per gli amanti del fuzz ecco approcciarsi al duro mondo discografico una nuova band nostrana, un trio per la precisione, chiamato Fvzz Popvli. Dopo un primo EP arriva il vero e proprio full length che sin dal nome è una vera e propria dichiarazione di intenti: Fvzz Dei. Uscito per la sempre attiva Heavy Psych…

Leprous > Malina

Per gli appassionati di progressive rock/metal l’uscita dell’ultimo album dei Leprous, Malina, non può passare inosservata; l’hype dopo Coal e The Congregation è stato palpabile e i tre singoli “From the Flame”, “Stuck” e “Illuminate” hanno creato un’aspettativa notevole. Se a prima impressione quest’album vi deluderà non preoccupatevi, magari vi aspettavate riff più distorti, magari…