Korn – Korn III – Remember Who You Are

Una delle tendenze più comuni fra i musicisti già “rodati”, non più esordienti, è costituita dal ricordare i “bei tempi che furono”. Tentando di riviverli si cerca di dimostrare una credibilità di fondo che, molte volte, è in realtà svanita. Piegata dal successo, o più semplicemente dall’età. I proclami alla “siamo tornati”, “è come i…

Knights of the Abyss – Shades

Ammettiamolo: iI death-core ha ormai fatto il suo tempo. In una parabola velocissima che ha coinvolto, in rapidissima successione, nu-metal, metal-core, brutal di nuova scuola, anche il death-core si avvia verso un suo personale tramonto. E questa fine, ancora una volta, da che cosa è data? Probabilmente dal fatto che il pubblico è finalmente stanco…

Killswitch Engage – Killswitch Engage

Mellow-core?!? Prima ancora di fare uscire il nuovo album, gran parte del pubblico sapeva già come sarebbe andata a finire. Le critiche fioccavano, ed il primo singolo “Reckoning” divideva gli ascoltatori in almeno due schieramenti: coloro che, dopo aver criticato a prescindere, sostenevano di poter supportare le proprie tesi disfattiste proprio grazie al singolo anticipatore…

Inside Process – Shade the Sun

Gli Inside Process sono un gruppo formato a Viterbo nel 2005, che con questo “Shade the Sun” giunge alla sua prima prova sulla lunga distanza. Dopo un primo EP di soli tre pezzi (accolto molto bene dalla principali testate giornalistiche del settore), e nonostante le più rosee aspettative di poter trovare una label in grado…

Ignition Code – Upgraded

Upgraded è il primo lavoro in studio degli abruzzesi Ignition Code, quintetto formatasi nel 2007 a Teramo. A distanza di tre anni dalla formazione e con una solida gavetta fatta di live e buona tecnica strumentale si arriva così a questo EP. Tre pezzi per poco meno di dodici minuti di durata che, introdotti dalla…

Hope for the Dying – s/t

Gli Hope for the Dying sono un gruppo dedito alla rivisitazione in chiave moderna di quel fenomeno ottanti ano chiamato New Wave of British Heavy Metal o, se preferite, NWOBHM. Chiaramente ispirati da gruppi quali All That Remains, che hanno reso celebre quel genere fino ad allora abbastanza di nicchia, questo album di debutto giunge…

Heaven Shall Burn – Invictus

Da circa un decennio, scorrendo fra le varie release riguardanti il metal estremo, sembra esservi ormai una certezza. Ogni due anni, puntuali come un orologio svizzero (o, forse, tedesco), gli Heaven Shall Burn fanno uscire un disco. Sì, ci sono di mezzo piacevoli intermezzi fatti di split albums (come quelli con i compatrioti Caliban), compilations…

Genuflect – The Shadow Side

I Genuflect sono un gruppo di Boston formatosi dalle ceneri dei Reveille, alfieri di un originale nu metal nei tempi d’oro in cui questa parola valeva ancora qualcosa. Con questo “The Shadow Side” arrivano al secondo album in quasi quattro anni d’attività, il che è ravvisabile come una novità rispetto alla generale tendenza di sfornare…

Evergreen Terrace – Almost Home

Quando, nel 2005, gli As I Lay Dying sfornarono il loro album manifesto “Shadows Are Security”, in pochi realizzarono che il suddetto disco avrebbe rappresentato un modello da seguire alla lettera. Modello in quanto costituito da alcune componenti fondamentali per l’evoluzione del genere: canzoni non troppo complesse, melodici ben in evidenza, ed influenze metal tranquillamente…

Dreamless – Fable 2.0

Formatisi nel 2006, i Dreamless sono una band proveniente da Perugia con già un demo all’attivo e la necessaria gavetta fatta di live in giro per l’Italia volta a solidificare l’esperienza maturata durante gli anni. Questo EP, che dovrebbe lanciare il gruppo all’interno del panorama underground italiano, non è invece così convincente come vorrebbe.