Scuorn > Parthenope

Parthenopean epic black metal: una di quelle definizioni che, prese di per sé, contengono un’alta probabilità di guadagnarsi la diffidenza dell’ascoltatore. Il rimando è, di riflesso, a tutta quella serie di band la cui ragion d’essere si esaurisce nell’ampollosa accozzaglia di note (nei brani) e di aggettivi (nelle cartelle stampa). La diffidenza si accentua considerando…

Born Of Osiris > The Eternal Reign

Gli americani Born Of Osiris non potevano aspettare momento migliore per celebrare l’album che li ha lanciati nell’olimpo del metal tecnico ed estremo. The Eternal Reign non è altro che una ristampa della loro prima fatica, The New Reign, uscita ormai dieci anni or sono. Per l’occasione il disco è stato riregistrato con una nuova…

Fides Inversa > Rite of Inverse Incarnation

Il nuovo lavoro dei romani Fides Inversa è un opera dalla doppia anima. L’EP sotto analisi si intitola Rite of Inverse Incarnation, ed è composto da soli due brani, per una durata complessiva di quasi venti minuti. Il black metal del duo nostrano si tinge, nell’iniziale”First Congress”, di tanti piccoli colori, denotando una certa volontà di…

Emptiness > Not For Music

Nothing But The Whole dei belgi Emptiness era stato, nell’ormai lontano 2014, una scoperta interessante. La loro era una proposta inusuale individuabile con molta fatica in un oscuro e distorto blackened death metal: atmosfere da brividi lungo la schiena e sudore freddo, vocals cavernose a declamare storie agghiaccianti. Si trattava di un lavoro richiedente particolare attenzione ed occhio per…

Confine > C.I.O.D.E.

I Confine, una sorta di side project tra musicisti veneti, prendono le mosse un paio d’anni fa, quando uscì la demo Nemico Escatologico. Era un buon esercizio di stile, che seguiva la tradizione dell’hardcore italiano canonico con qualche tirata grind (“Bestia”) e che conservava ancora una buona attitudine politica (“Intifada”) e un piglio anticlericale sferzante…

Iron Reagan > Crossover Ministry

Terza fatica sulla lunga distanza per gli statunitensi Iron Reagan: oramai dietro questo nome non si cela più solo un side-project di musicisti provenienti da Darkest Hour e Municipal Waste, ma una vera e propria band che oggi ci propone l’ennesimo notevole lavoro thrashcore violento e diretto, una mezz’ora scarsa di pura furia hardcore dalle forti…

Oddhums > The Inception

  Dalle prime note di “Dimgaze” iniziamo a capire subito che genere di roba abbiamo infilato nel nostro lettore: quello degli Oddhums è un doom/stoner molto stordente, dilatato e drogato, che a volte si coagula insieme al grunge, quello tenebroso e decadente dei primi Soundgarden, come accade in “Big Brave” e “Wounds” (quest’ultimo con i…

Zu > Jhator

Quando si ascolta una band si commette un errore tremendo: catalogarla in un genere. Al di là delle comodità pratiche che etichette come rock, metal, jazz ed affini svolgono nel farsi un’idea della proposta di una band, l’ascoltatore medio una volta deciso il genere d’appartenenza della band o dell’artista difficilmente si smuoverà dalla sua convinzione.…

Ornaments > Drama

Prometeo, il titano ‘buono’, il padre putativo della tecnica, il pazzo visionario che sfidando Zeus donò il fuoco agli uomini e per questo pagò caro. Insomma, un tipo non da poco. Qualsiasi cosa abbia spinto gli Ornaments a cimentarsi con un personaggio così complesso e un tema così classico per il loro nuovo disco (una…

Crippled Black Phoenix > Bronze

Il super-gruppo britannico Crippled Black Phoenix, nato nel 2004, arriva ad una nuova e mastodontica opera. L’affresco sonoro in questione risponde al nome di Bronze, un titolo semplice ma che certamente non rispecchia il contenuto dell’album, così ricco di sfaccettature e colmo di progressive rock (anche nella sua versione più oscura, con qualche richiamo ai Tool),…