Ha Det Bra > Societea For Two

(Geenger Records, PDV Records, 2015) 1. Burn The Maid 2. In Lies 3. Sleeping With The Werewolf 4. Michael’s Nightmyers 5. Merry Christmas and Lots of Ho Ho Ho’s 6. Lowthing 7. Hospital St. Grail 8. Mustafa the Tyrant 9. The Song My Dad Taught Me 10. Us in the Desert 11. Preacherman 12. Little Clown 13. Under the Mould 14. The Owner of Tombstones…

The Black Dahlia Murder > Abysmal

Con una impressionante puntualità biennale torna a farci visita il juggernaut melodic death metal The Black Dahlia Murder, con la nuova fatica Abysmal, che, tradotto dalla lingua della perfida Albione, significa spaventoso. La copertina, che raffigura un mostro gigantesco circondato da cadaveri impalati, lo è senza ombra di dubbio. Gli americani stanno diventando anno dopo…

Implore > Depopulation

Formatisi dopo un fortuito incontro tra il cantante/bassista Gabriel Dubko (già cantante degli Hiss from the Moat) e il chitarrista Daniel Schrotti in una stazione ferroviaria, gli Implore (dediti ad una sorta di blackened grind con influenze crust) registrarono autonomamente il primo EP Phos Zoe, seguito poi dal successivo Black Knell, capace di aprire diverse…

Implore > Black Knell

(Power it Up Records, 2014) 1. Thorns ov Devotion (Black Svn) 2. Self Worship Monolith (Black Grovnd) 3. Segregate (Black Stone) 4. La Peste Negra (Black Tree) 5. Two Legged Damnation (Black River) 6. Grieved Mankind (Black Clovds) Secondo EP di sei tracce per gli Implore, trio tedesco, più precisamente di Amburgo, attivo dal 2013,…

Atrament > Demo MMXV

(Sentient Ruin Laboratories, 2015) 1. Consumed 2. World Of Ash Due pezzi sono pochi per giudicare una nuova band.  Ciononostante riusciamo a capire bene le coordinate sulle quali si muovono gli americani Atrament: siamo piantati in un cupo e sporco black/death/punk/crust.  Evidenziamo di questi pochi minuti le notevoli accelerazioni di “Consumed”, molto efficaci, con chitarre che…