Chelsea Grin > Self Inflicted

In un’estate dominata dal deathcore non potevano di certo mancare all’appello i Chelsea Grin con la loro nuova opera fiammeggiante: Self Inflicted. Orfano di Jason Richardson, il sestetto dello Utah ha trovato un nuovo chitarrista solista e nuova linfa vitale in Stephen Rutishauser. Con questo ritorno alle scene i Nostri hanno messo da parte quasi…

The Star Pillow > Above

Quando leggiamo il termine drone siamo ormai abituati a rifarci a determinati modelli musicali che da qualche anno vanno per la maggiore. Se però tralasciamo la componente più dissonante e disumana, possiamo approcciare il lato più fine e squisitamente intimo di questo genere. Il toscano Paolo Monti è il mastermind di The Star Pillow, unico…

Stian Westerhus > Amputation

Stian Westerhus non è l’artista più semplice con cui approcciarsi. Figlio quasi illegittimo della lunga tradizione jazz norvegese, il Nostro fin da subito ha condotto i propri passi in ambienti ostili al sentire comune. Pur mantenendo saldi i legami col mondo che lo ha partorito, Stian ha spesso collaborato con artisti di svariata estrazione, sperimentando…

Inter Arma > Paradise Gallows

Gli Inter Arma sono uno di quei gruppi che o si odia o si ama, senza mezze misure. Personalmente, da quando nel 2013 li ho scoperti con Sky Burial, non ho potuto fare altro che amarli: una proposta così d’impatto, tribale e diretta, espressione pura dei semplici ragazzi del midwest americano che l’avevano architettata, fu…

Damn City! > Pariah

Secondo full-length ufficiale per i bolognesi Damn City!, dal titolo Pariah, licenzato dall’italica Indelirum Records. I Nostri, grazie a tanta gavetta e soprattutto tanti concerti in giro per l’Italia, sono riusciti a costruirsi una solida fanbase, soprattutto nella loro città natale. In questa sede i ragazzi propongono dieci pezzi di hardcore non convenzionale contaminato da…

Gorguts > Pleiades’ Dust

Approcciarsi ad un lavoro mastodontico come Pleiades’ Dust non è cosa per tutti, non è un’esperienza semplice da affrontare. Come non è assolutamente semplice esprimere in poche righe le emozioni che riempiono i trentatré minuti di questa unica traccia che compone questo, è proprio il caso di dirlo, maestoso EP targato Gorguts. Il concept di…

Fall of Minerva > Portraits

Dopo due EP e svariati chilometri di strada macinati, i vicentini Fall of Minerva sono pronti a esordire con il loro primo album. Che il Veneto sia terreno fertile per l’hardcore e il post hardcore più viscerale è ormai cosa nota (negli ultimi anni ne abbiamo avuto svariate conferme): quello che non sapevamo era come…

Boyfrndz > Impulse

Nonostante sia una piccola label, la Brutal Panda Records ha un roster di tutto rispetto, all’interno del quale spiccano i Boyfrndz, un gruppo di Austin,Texas, con cui l’etichetta aveva già collaborato nel 2014 per l’album Breeder. I quattro statunitensi sono autori di una musica di confine, che tocca le sponde del metal, del progressive rock,…

Whitechapel > Mark Of The Blade

Nubi tempestose si agitano nel Tennessee e in particolare sulle candide teste dei Whitechapel. Certe dichiarazioni contraddittorie (“non ci sono clean vocals” / “sì ci sono” / “solo in due canzoni”) non hanno certamente giovato: la pretesa di definire l’ultimo disco come rivolto a persone “open minded” è certamente legittima, ma i ragazzi non hanno…

Virus > Memento Collider

Peculiare, bizzarro, unico nel suo genere, particolare, fuori di testa: quante volte avete sentito queste parole abbinate ad un disco, e soprattutto quante volte hanno veramente avuto senso considerando il contesto? Facciamo per un attimo finta che questi aggettivi siano veramente affidabili: aggiungiamo sinistro, inquietante, un po’ di indecifrabile e quell’enigmatico che non sta male…

Katalepsy > Gravenous Hour

  I Katalepsy sono l’esempio lampante di come impegno, voglia di emergere e buona preparazione tecnica possano ancora regalare grandi soddisfazioni ed ottimi risultati in un genere ultimamente piuttosto inflazionato come il death metal brutale. Giunta al terzo disco da studio, la band russa è riuscita a confezionare un’opera convincente, accattivante e ben realizzata sotto…